Dal Governo scostamento da 8 miliardi per il rinvio delle scadenze fiscali

Si vota in Senato sul nuovo scostamento di bilancio richiesto dal governo per finanziare le nuove misure anti-coronavirus. In particolare, questi fondi serviranno per approvare il quarto decreto Ristori.

Il governo userà quasi tutti gli otto miliardi previsti dal nuovo scostamento di bilancio per il rinvio delle prossime scadenze fiscali“. Lo ha affermato il viceministro dell’economia Antonio Misiani, intervenendo nell’aula del Senato durante l’esame della relazione sullo scostamento.

Dedicheremo la quasi totalità di queste risorse – ha sottolineato Misiani – per rinviare le scadenze fiscali dal 30 novembre in avanti: il secondo acconto Irpef, Ires, Irap, i versamenti di Iva, contributi e ritenute, privilegiando chi subisce significative perdite di fatturato“. 

Il ministro Gualtieri ha più volte chiarito la necessità di tale ulteriore richiesta di scostamento di bilancio: l’obiettivo è rafforzare il sistema di aiuti a categorie colpite dalla pandemia, con un focus sulle proroghe fiscali.

https://www.confcommercio.it/-/governo-scadenze-fiscali?redirect=%2Farchivio-notizie%3Fp_p_id%3Dcom_liferay_asset_publisher_web_portlet_AssetPublisherPortlet_INSTANCE_L1OjKv6vBifj%26p_p_lifecycle%3D2%26p_p_state%3Dnormal%26p_p_mode%3Dview%26p_p_resource_id%3DgetRSS%26p_p_cacheability%3DcacheLevelPage