68° Comitato Regionale OMS Europa chiude positivamente

Il 68° Comitato Regionale OMS Europa si è svolto a Roma dal 17 al 20 settembre 2018 presso l’Auditorium della Tecnica, ed ha visto la partecipazione di 15 ministri della Sanità e rappresentanti ad alto livello dei 53 Stati membri della Regione europea dell’Organizzazione mondiale della sanità.

L’evento ha rappresentato l’occasione per illustrare il Rapporto Sanitario Europeo 2018, contenente i nuovi dati sulla salute dei cittadini europei e per ribadire l’importanza dell’attuazione di politiche preventive mirate in modo particolare alla corretta e sana alimentazione, alla promozione dell’attività fisica e alle coperture vaccinali, rafforzando la lotta al tabagismo e all’eccessiva assunzione di alcol.

Il Ministro della Salute Giulia Grillo, ha presieduto, insieme alla Dg Oms Europa Zsuzsanna Jakab, la conferenza stampa d’apertura a Lungotevere Ripa, tenutasi anticipatamente venerdì 14 settembre, mentre è spettato al presidente del Consiglio Conte aprire  aprire ufficialmente i lavori lunedì 17 settembre all’Auditorium della Tecnica di Roma, insieme alla principessa Mary di Danimarca e al Direttore generale Oms, Tedros Ghebreyesus.

Ai lavori hanno preso parte anche i massimi vertici dell’OMS e di altre agenzie delle Nazioni Unite (tra le quali FAO, UNHCR, WFP, UNEP, UNICEF, UNAIDS), i delegati UE e OCSE, i rappresentanti accademici internazionali e le fondazioni e organizzazioni non governative.

Il Sottosegretario di Stato, Prof. Armando Bartolazzi, ha presieduto i lavori per l’intera durata dell’evento e ha più volte sottolineato l’impegno del nostro Paese ad essere soggetto attivo, a fianco dell’OMS, nell’attuazione di politiche sanitarie rivolte alla riduzione delle disuguaglianze e alla garanzia di accesso universale alle cure. A tale riguardo, il Sottosegretario ha evidenziato l’importanza crescente della prevenzione come strumento di sostenibilità dei sistemi sanitari in particolare attraverso la promozione dei corretti stili di vita e delle coperture vaccinali della popolazione e la necessità di attuare politiche orientate ad una maggiore attenzione alla salute maschile e al contenimento del ricorso al contributo dei cittadini alla spesa sanitaria, tutelando le fasce più vulnerabili della popolazione.

Nel suo intervento, il Segretario generale del Ministero della salute dott. Giuseppe Ruocco, in rappresentanza della delegazione italiana, ha sottolineato lo sforzo fatto dalla Regione europea dell’OMS sotto la guida della dott.ssa Jakab, di definire strategie ed azioni più mirate per  supportare concretamente il lavoro dei decisori politici sia a livello nazionale che locale, nel quadro della strategia regionale Health 2020 e dell’Agenda 2030 e degli obiettivi  previsti nell’ambito dei SDGs (Sustainable Development Goals), nonché del 13°Programma generale di lavoro globale OMS.

A latere dei lavori del Comitato Regionale, l’Italia ha organizzato tre eventi satellite:

  • riunione dell’European Salt Action Network svoltasi nei giorni 12 e 13 settembre finalizzata a discutere le politiche relative alla riduzione del sale nell’alimentazione;
  • technical briefing sull’impatto dei sistemi sanitari sulla sostenibilità globale finalizzato a fare il punto sulla situazione attuale e sulle prospettive future, svoltosi il 19 settembre;
  • riunione dello Steering Group della Global Health Security Agenda, iniziativa internazionale dedicata alla preparazione e risposta alle emergenze di origine infettiva nel quadro del Regolamento Sanitario Internazionale che si sarebbe svolto il 21 settembre;

Il prossimo Comitato regionale OMS si terrà a Copenhagen nel settembre 2019.

Guarda il video prodotto dall’OMS

http://ascofarve.com/2018/10/08/68-comitato-regionale-oms-europa-chiude-positivamente/

Pin It on Pinterest